Milano, uccise a pugni l'ex fidanzata Monica Savio: Roberto Cecchetti condannato a 30 anni di carcere

ParcoArluno

E' arrivata oggi, a quasi dieci mesi dal delitto, la condanna per Roberto Cecchetti, il 29enne che nel gennaio scorso uccise l'ex fidanzata Monica Savio, strangolandola e picchiandola a morte per oltre 40 minuti in un parco di Arluno, in provincia di Milano.

Una violenza inaudita scoppiata, secondo il racconto dello stesso Cecchetti, in un momento di follia, un raptus scattato nel corso di una lite con la Savio, 36enne e madre di un figlio piccolo avuto da un altro uomo.

Oggi, al termine del processo, celebrato con rito abbreviato, l'uomo è stato condannato a 30 anni di carcere. Il giudice è partito, vista l'efferatezza del delitto, dalla pena base dell'ergastolo ed è sceso a 30 anni per lo sconto previsto dal rito.

A Cecchetti, reo confesso pochi giorni dopo il delitto, è stata riconosciuta l'aggravante della crudeltà, mentre è stata esclusa quella dei futili motivi.

Oltre alla detenzione, il 29enne è stato condannato a risarcire con 1 milione di euro il figlio della donna, la sorella, i genitori e l'ex marito.

Via | Il Giorno

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: