Delitto di Novi Ligure: Erika De Nardo ha lasciato il carcere, dal 5 dicembre sarà una donna libera

ErikaDeNardo

Era il 21 febbraio 2001 quando Erika De Nardo e il fidanzatino Omar Mauro Favaro massacrarono con 97 coltellate Susy Cassini, 41 anni, e Gianluca De Nardo, 11 anni, rispettivamente madre e fratello di Erika, nella loro abitazione di Novi Ligure.

I due giovanissimi, arrestati due giorni dopo, vennero condannati in via definitiva: 16 anni ad Erika, 14 ad Omar.

Lui, ne abbiamo parlato in passato, ha terminato di scontare la sua condanna il 3 marzo dello scorso anno, dopo aver trascorso 9 anni dietro le sbarre. Ora tocca ad Erika.

La De Nardo, che da pochi giorni ha lasciato il carcere di Verziano ed è ospitata in una comunità di accoglienza della Fondazione Exodus, sarà ufficialmente libera dal prossimo 5 dicembre, dopo quasi 11 anni trascorsi in prigione.

Si legge su La Stampa:

Erika vive in un’enorme ranch, con una piccola piscina, l’orto, l’allevamento di galline, oche e caprette, dove un gruppetto di ex tossicodipendenti e di ex detenuti si stanno riappropriando del sapore di vivere. Come sta cercando di fare anche lei. Sulla carta Erika avrebbe il permesso di allontanarsi durante il giorno, dalle 7 alle 20, per recarsi a lavorare. Per i suoi compagni, impegnati prevalentemente nelle attività di giardinaggio e verde pubblico del circondario, è già una realtà. Per lei è ancora presto. Non è neppure uscita a cavallo o con la bici. È stata, invece, coinvolta nei lavori domestici e nella pulizia dei cavalli. Una passione, quest’ultima, che si concilia con il suo desiderio di libertà e di amore che comunica alle amiche in alcune lettere.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: