Omicidio Melania Rea: il Gip respinge la richiesta di una nuova autopsia

CarmelaMelaniaRea2011

Il corpo di moglie Carmela Melania Rea, la donna uccisa il 18 aprile scorso nel Teramano, non sarà riesumato.

Dopo il no della Procura, ieri è arrivata la decisione del gip del tribunale di Teramo, Giovanni de Rensis, che ha respinto la richiesta di una nuova autopsia avanzata dai legali difensori di Salvatore Parolisi, marito della vittima ed unica persona accusata di quel delitto.

I legali dell'uomo, Valter Biscotti e Nicodemo Gentili, avevano chiesto un nuovo esame autoptico utile a stabilire con certezza la data e l'ora della morte di Melania, perchè quelli indicati dal consulente della Procura Adriano Tagliabracci non sarebbero attendibili.

Per il gip, invece, le analisi di Tagliabracci sarebbero sufficienti: Carmela Rea è stata uccisa con 35 coltellate tra le 13.30 e le 14.30 del 18 aprile, orario in cui il marito Salvatore Parolisi, stando al suo racconto, si trovava sul pianoro di Colle San Marco insieme alla figlia Vittoria.

L'uomo, in carcere dal luglio scorso, non è ancora riuscito a dimostrare che quel giorno si trovasse effettivamente dove ha raccontato.

Le indagini proseguono.

Via | Abruzzo Web

  • shares
  • Mail