Bagheria, omicidio Giuseppe Alongi: fermate altre due persone, padre e fratello di Rosario Ferrito

Newark Liberty International Airport

Altre due persone sono finite in manette ieri in relazione all'omicidio di Giuseppe Alongi, ucciso domenica sera a Bagheria (Palermo) con una coltellata al collo.

Dopo Rosario Ferrito, il 22enne cognato della vittima arrestato subito dopo il delitto, i militari di Palermo hanno messo le manette anche a suo padre e suo fratello, entrambi accusati di concorso in omicidio.

Al momento non sono stati diffusi ulteriori dettagli su questi due nuovi arresti né su quale sia stato il ruolo dei due nell'omicidio del parente.

Il movente resta quello emerso in un primo momento: una lite scoppiata a causa del cane della vittima che, stando a quanto ricostruito, avrebbe abbaiato o morso il 22enne.

  • shares
  • Mail