Milano, lite in strada: automobilista investito di proposito finisce in coma

viaMarcoBrutoMilano

A circa tre settimane dalla lite al semaforo costata la morte al motociclista 35enne Alessandro Mosele, un altro caso simile è stato registrato ieri in via Marco Bruto, sempre a Milano.

Tutto è nato a causa di un sorpasso azzardato: protagonisti un autotrasportatore italiano di 36 anni e un rivenditore d'auto libanese di 44 anni. I due, intorno alle 13.30, si contestano la manovra illecita e scendono dalle loro rispettive auto ed iniziano a discutere.

L'italiano, stando a quanto ricostruito dalle autorità, risale a bordo della sua Renault Modus e, di proposito, investe il 44enne.

Lo trascina sull'asfalto per una cinquantina di metri, poi fugge. La vittima viene trasportata all'ospedale Niguarda in condizioni molto gravi. E' già stato sottoposto ad un delicato intervento ed ora si trova in coma.

L'aggressore, poi tornato sul luogo dell'incidente, è stato arrestato poco dopo con l'accuasa di tentato omicidio volontario aggravato dai futili motivi.

Via | Il Giorno

  • shares
  • Mail