Finita la latitanza del pluriomicida Orlando Held, membro della "banda dei giostrai". Per lui una condanna all'ergastolo

carcereBergamo

E' finita, dopo sei anni, la latitanza del pluriomicida Orlando Held, 73enne membro della "banda dei giostrai", l'organizzazione criminale responsabile di 19 sequestri di persona e di almeno due omicidi, commessi tra il 1975 e il 1983.

La banda era stata smantellata nel 1994 e Held era stato condannato all'ergastolo per sequestro di persona a scopo di estorsione, omicidio volontario, rapine, porto e detenzione illegale di armi e reati contro il patrimonio.

Nel 2004, dopo esser stato sottoposto ad un'operazione cardiaca, Held era fuggito dall'ospedale San Martino di Genova ed aveva fatto perdere le proprie tracce.

E' stato rintracciato ieri a Romano di Lombardia: si nascondeva nel campo nomadi di Cascina Pascolo.

Ora si trova rinchiuso nel carcere di Bergamo, dove continuerà a scontare la sua condanna.

Questo un excursus, dal Corriere Del Veneto, di tutti gli omicidi ed i sequestri compiuti dalla "banda dei giostrai":

I membri della «banda dei giostrai» rapirono Gianfranco Lovati Cottini Caorle (Venezia) il 13 aprile 1975, e lo uccisero dopo pochi giorni durante la prigionia, venne carbonizzato all’interno di una autovettura rubata rinvenuta nel bresciano. Luigi Galbiati anch’esso ucciso a Bovisio Masciago (Milano) durante il tentativo di sequestro il 5 aprile 1977, ricavandone circa 9 miliardi di lire. Emanuela Trapani, la figlia dell’industriale della Helen Curtis, a Milano il 13 dicembre 1976 e liberata il 22 gennaio ’77, dopo il pagamento di un miliardo. Dell’azione furono accusati Renato Vallanzasca e i suoi complici, ma «la banda dei giostrai», per gli inquirenti veneziani, ci avrebbe messo lo zampino forse nella stessa gestione del riscatto. Le altre vittime sono state Ivo Antolini (7-22 maggio 1975), Aldo Mirandola (3-17 dicembre 1975); Ernesto Devoti (11-23 novembre 1976); Rino Balconi (27 gennaio-15 febbraio 1977); Elio Fattorini (2 -19 marzo 1977); Alfredo Cozzi (16 maggio-8 giugno 1977); Giampiero Crespi (5 giugno-12 luglio 1977); tentativi di sequestro per Luigi Rossi il 15 dicembre 1977, e Dante Mauri il 17 gennaio 1978; Giovanni Fagioli (8-28 febbraio 1978); Lucio Gnutti (22-31 gennaio 1979); Lucio Vaccai (15-27 giugno 1979); tentato sequestro per Umberto Gandellini l’8 gennaio 1981; Armando Caldora (31 marzo-15 aprile 1982); Pierantonio Colombo (23 dicembre 1982); Paolo Scoppettuolo (10-12 gennaio 1983).

Via | L'Unione Sarda

  • shares
  • +1
  • Mail