Yara, Dna conferma: «L'assassino è il figlio di Guerinoni»

Scritto da: -

Yara Gambirasio

Arriva l’ufficialità: l’assassino di Yara Gambirasio secondo gli esami del Dna eseguiti è il figlio di Giuseppe Guerinoni, l’autista deceduto di Gorno che sarebbe appunto il padre illegittimo del killer della 13enne rapita a Brembate Sopra il 26 novembre 2010 e trovata cadavere solo tre mesi dopo in un campo di Chignolo d’Isola, sempre nel Bergamasco. Gli esami del Dna trovato sui vestiti di Yara identificherebbero senza ombra di dubbio l’assassino nel figlio e non nel nipote di Guerinoni, come pure si era detto subito dopo la riesumazione del corpo dell’uomo.

Il responsabile dell’omicidio di Yara oggi avrebbe circa 50 anni. Il pm Letizia Ruggeri che aveva deciso di disporre la riesumazione del cadavere dell’uomo, in quell’occasione si era detta certa dell’esito degli esami che sarebbero stati svolti:

Dagli accertamenti scientifici è emerso che la probabilità che l’uomo sia il padre biologico dell’assassino di Yara, ovvero l’individuo maschio di cui è stata trovata traccia biologia sui vestiti della tredicenne di Brembate Sopra (Bergamo), è pari al 99,9999929%. La riesumazione dell’uomo ne darà la conferma.

Gli accertamenti sul cromosoma Y, ovvero quello che si trasmette da padre in figlio non lasciano margini di errore secondo gli esperti incaricati, cioè la polizia scientifica e i consulenti del pm. L’Y di Guerinoni e quello del presunto killer di Yara, Ignoto 1, sarebbero infatti identici. Le altre analisi sui cromosomi hanno poi evidenziato che tra Guerinoni e chi ha ucciso la ginnasta 13enne possa esserci esclusivamente un legame padre-figlio, non nonno-nipote. I carabinieri intanto sono al lavoro per rintracciare la madre del presunto killer di Yara.

Foto © TMNews

Vota l'articolo:
3.63 su 5.00 basato su 8 voti.