UK: bimbo di 10 mesi viene fatto morire di fame dalla madre sieropositiva, gli assistenti sociali non sono intervenuti

LondonSafeguardingChildrenBoard

Ancora fango sugli assistenti sociali inglesi. Questa volta siamo a Londra, dove un bambino di 10 mesi è stato fatto morire di fame da sua madre nonostante fosse tenuto sotto controllo da medici ed assistenti sociali.

Il decesso è stato denunciato lo scorso 8 marzo dopo una chiamata ai soccorsi fatta dalla madre del piccolo Saymon Michael, la sieropositiva 29enne Yirgalem Michael, di origine eritrea.

Il bambino era già morto, circondato da cibo decomposto. E' stata l'autopsia è rivelare che Saymon non mangiava da giorni e il suo peso era diminuito di un terzo rispetto all'ultima visita cui era stato sottoposto.

Anche questo è uno di quegli omicidi annunciati: nel corso degli ultimi sei mesi medici ed assistenti sociali avevano visitato il piccolo Saymon circa una quindicina di volte e in più occasioni avevano espresso preoccupazioni sul suo stato di salute.

Eppure, nonostante la madre avesse più volte ammesso di sentire delle voci e di temere per la salute dei suoi figli, nessuno aveva ritenuto opportuno toglierle i due bambini, Saymon e la sorella di 4 anni.

La situazione era talmente drammatica che la donna è deceduta due giorni dopo il piccolo Saymon: dopo esser stata presa in custodia dagli agenti, Yirgalem si è sentita male ed è morta poche ore dopo in ospedale per un problema cerebrale collegato all'HIV.

Ora resta da capire chi ha delle responsabilità in questo caso. A questo proposito sarà avviata un'indagine che, come spesso accade in questi casi, potrebbe concludersi con un nulla di fatto.

Via | Daily Mail

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: