Genova: viene accusato di molestie sessuali da una sua studentessa, professore 58enne si uccide lanciandosi nel vuoto

istitutotecnico_sestriponente

Abbiamo spesso parlato di quanto le false accuse possano rovinare la vita delle persone: tra gli ultimi casi di cui ci siamo occupati c'è quello della 20enne inglese Sarah-Jane Hilliard, che aveva ingiustamente accusato di un suo coetaneo di averla stuprata.

Oppure quello dell'americano James Bain, arrestato nel 1974 con l'accusa di aver rapito e violentato un bambino di 9 anni e riconosciuto come innocente dopo ben 35 anni passati dietro le sbarre.

Ieri un professore di 58 anni dell'Istituto Tecnico Rosselli di Sestri Ponente, Genova, si è tolto la vita lanciandosi dal nono piano della finestra della sua abitazione, a pochi passi dall'Istituto in cui lavorava.

L'uomo, un paio di settimane fa, era stato accusato di molestie sessuali da una sua studentessa e dalla sua famiglia. Lui ha sempre negato tutto ma, nonostante le indagini non fossero ancora iniziate, le procedure per la sospensione dal lavoro erano già iniziate.

L'uomo, insegnante di Economia Aziendale, complice anche l'onore intaccato della famiglia, ha deciso di uccidersi. Ha lasciato un biglietto, "mi accusano ingiustamente e mi hanno denunciato, ma io non ho fatto nulla", e si è lanciato dalla finestra.

Ora la sua famiglia e i suoi amici e conoscenti chiedono giustizia e chiarezza sulla vicenda.

Via | La Stampa

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: