Giallo a Rozzano, Loredana Boscani trovata morta in casa: "è stata uccisa"

Uccisa in casa, aggredita alla testa con un oggetto contundente e infine strangolata. E' questa la tragica fine di Loredana Boscani, operaia di 50 anni trovata morta ieri sera nel suo appartamento al civico 6 di via Margherite a Rozzano, alle porte di Milano.

A fare la macabra scoperta, nella tarda serata di ieri, è stata una vicina di casa della donna, che ha trovato la porta di casa spalancata ed è entrata a controllare. Presente in casa, costretta a letto, la madre ultraottantenne della vittima, che ha già riferito agli inquirenti di non essersi accorta di nulla.

Loredana, nubile e proprio da ieri in cassa integrazione, stando alle prime indiscrezione avrebbe aperto la porta al suo assassino: la casa era in ordine e né porte né finestre presentavano segni di effrazione. Difficile, a questo punto delle indagini, capire cosa sia accaduto.

Di certo, come confermato dal medico legale che ha eseguito le prime analisi sul cadavere della donna e che effettuare quanto prima l'autopsia, si è trattato di omicidio. Gli inquirenti stanno sentendo parenti e amici della donna alla ricerca di elementi che possano metterli sulla giusta strada e spiegare il perchè di questo ennesimo delitto.

  • shares
  • Mail