La strage della scuola di Newtown

18.30: la ricostruzione ufficiale della NBC conferma tutto quanto era già trapelato a proposito delle armi utilizzate da Adam Lanza. Accanto al corpo del giovane stragista sono state trovate una Glock e una Sig Lauer, regolarmente acquistate e registrate da Nancy Lanza, madre e vittima dell'assassino.

Nella scuola di Newton è stato trovato anche un fucile Ar-15, ma non è stata trovata alcuna evidenza del fatto che sia stato effettivamente utilizzato.

Le lacrime di Obama

15 dicembre 2012: come è facile immaginare, la strage di Newton vive e vivrà ancora di strascichi e conseguenze oggi e nei prossimi giorni. Il Presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, dopo la commozione di ieri, ha emanato un Decreto Presidenziale in onore delle vittime.

Ecco il testo originale:

    «As a mark of respect for the victims of the senseless acts of violence perpetrated on December 14, 2012, in Newtown, Connecticut, by the authority vested in me as President of the United States by the Constitution and the laws of the United States of America, I hereby order that the flag of the United States shall be flown at half-staff at the White House and upon all public buildings and grounds, at all military posts and naval stations, and on all naval vessels of the Federal Government in the District of Columbia and throughout the United States and its Territories and possessions until sunset, December 18, 2012. I also direct that the flag shall be flown at half-staff for the same length of time at all United States embassies, legations, consular offices, and other facilities abroad, including all military facilities and naval vessels and stations.

    IN WITNESS WHEREOF, I have hereunto set my hand this fourteenth day of December, in the year of our Lord two thousand twelve, and of the Independence of the United States of America the two hundred and thirty-seventh».

    BARACK OBAMA

Ne offriamo una traduzione.


    «In segno di rispetto per le vittime degli insensati atti di violenza perpetrati il 14 dicembre 2012 a Newton, Connecticut, per l'autorità conferitami come Presidente degli Stati Uniti dalla Costituzione e dalle leggi degli Stati Uniti d'America, ordino che la bandiera degli Stati Uniti sia esposta a mezz'asta alla Casa Bianca e su tutti gli edifici e i terreni pubblici, in tutti i presidi militari, in tutte le stazioni navali, su tutte le navi da guerra del Governo federale nel Distretto di Columbia e in tutti gli Stati Uniti ed i loro territori e possedimenti fino al tramonto del 18 dicembre 2012. 2012.

    Dispongo che la bandiera sia esposta a mezz'asta per lo stesso periodo di tempo in tutte le ambasciate, le legazioni, gli uffici consolari e altre strutture all'estero degli Stati Uniti d'America, incluse le strutture militari e le navi da guerra e gli insediamenti militari».

    IN FEDE, appongo la mia firma il quattordici del mese di dicembre, anno del Signore 2012, anno 237 dall'Indipendenza degli Stati Uniti d'America.

    Barack Obama.

Le star americane hanno lasciato i loro commenti su Twitter.
I programmi televisivi, ovviamente, si stravolgono.
Altrettanto ovviamente, la premiere di Jack Reacher viene rinviata.

La strage di Newton

Ultimo aggiornamento della giornata con il riassunto di tutto quello che al momento è noto sulla strage.

Il bilancio è ormai definitivo e nonostante la notevole confusione iniziale sembrano essersi chiariti dei punti che nelle convulse ore seguenti la strage sembravano in contraddizione fra loro. Riassumiamoli per punti, queste sono le verità sulla strage della scuola nel Connecticut in questo momento, alle 2 del mattino ora italiana.

Il killer di Newtown è Adam Lanza

L'identità del killer è ormai certa. Si tratta di Adam Lanza, 20 anni, fratello di quel Ryan Lanza, 24 anni e residente nel New Jersey ad Hoboken. Il suo cadavere è stato trovato all'interno della scuola, la morta causata da ferite "auto-inflitte", un modo elegante per dire che si è suicidato.

Questa è la prima foto scovata dai media americani, si tratta chiaramente di uno scatto di qualche anno fa.

Chi è Ryan Lanza, perché è stato confuso con il killer

La CNN aveva indicato nel fratello, in Ryan, l'autore della strage. Dopo essere stata smentita ha diffuso la notizia che sul corpo di Adam ci fosse il documento d'identità del fratello. Da lì il misunderstanding. In realtà Ryan si trovava nel New Jersey, era al lavoro, e non sapeva nulla di quanto stava accadendo. Quando la sua foto è stata diffusa da molti media, foto tratta dal profilo Facebook, ha spiegato ai suoi "friends" di non saperne nulla. Poco dopo il suo profilo è stato bloccato, forse cancellato, e la polizia l'ha portato via in manette, ma solo per interrogarlo. Non è ritenuto al momento responsabile di alcunché.

Il bilancio definitivo della strage

All'interno della Sandy Hook Elementary School di Newtown, Connecticut sono state uccisi 20 bambini e 6 adulti, fra questi (secondo l'AP) non c'è la madre del killer, Nancy Lanza, che sarebbe stata uccisa del figlio nella loro casa a poco più di 3km dalla scuola. La polizia ha evacuato le case vicine a quella in cui viveva con il figlio, c'è il massimo riserbo, da qui la confusione su dove si trovasse e come fosse stata uccisa. Ci sono due versioni, la più diffusa è Nancy fosse insegnante nella scuola, una supplente. Altre fonti giornalistiche sostengono che in realtà non sia così. Al momento si ritiene che sia stata colpita a morta prima che Adam si dirigesse verso la scuola, ma saltando il "collegamento" fra il ruolo della madre all'interno della Sandy Hook viene anche mancare una connessione logica fra il 20enne e la scelta di compiere una strage nella scuola. Ad ogni modo Nancy è la 27° vittima della follia omicida del giovane Adam. In serata la piccola comunità di Newtown, il classico "paese tranquillo" nel quale l'ultimo delitto di sangue risaliva a più di 10 anni fa, si è riunita in una veglia "aconfessionale" per commemorare le vittime della tragedia.

Il padre del killer? E' vivo

Si erano diffuse voci che ritenevano l'uomo una delle vittime. La stampa riteneva che Nancy Lanza fosse stata uccisa nella scuola, da qui la deduzione che "il cadavere del parente" ritrovato nella casa di Newtown fosse quello del padre. L'uomo, Peter Lanza, non ha subito alcuna conseguenza da tre anni vive a Stamford, sempre nella contea di Fairfield nel Connecticut. Peter e Nancy avevano divorziato dopo 28 anni di matrimonio. Così come con Ryan la polizia sta procedendo ad interrogarlo per cercare di comprendere i motivi del gesto, ma non è sospettato di nulla e non era a conoscenza del collegamento fra la sua famiglia e la strage.

Le armi usate nella strage, di chi erano?

Ci sono fonti discordanti sul tipo di armi utilizzati nella strage. La versione più accreditata parla di almeno due pistole e di un fucile d'assalto calibro 223, che Adam avrebbe lasciato nel bagagliaio dell'automobile parcheggiata di fronte all'ingresso della scuola. Se il fucile ci fosse o meno è un dettaglio interessante nello scambio polemico fra gli strenui difensori del Secondo Emendamento della Costituzione americana e quanti ritengono che negli USA girino con troppa facilità troppe armi, meno nella determinazione della dinamica della strage. Secondo molte fonti il ragazzo indossava un giubetto antiproiettile ed aveva con sé ancora centinaia di munizioni non utilizzate. Sul punto la polizia non ha voluto rilasciare dichiarazioni, c'è chi parla di una terza pistola, ma al momento questo dettaglio non è stato né confermato né smentito. Quel che appare certo è che tutte le armi fossero legalmente registrate a nome della madre, Nancy Lanza. Cosa ci debba fare un'insegnante di una scuola elementare/signora di mezza età che vive in una tranquilla zona residenziale a 100 km da New York City con due-tre pistole (e forse un fucile d'assalto) non è chiaro, almeno dal punto di vista di un italiano, ma tant'è.

Adam Lanza ha agito da solo? Pare proprio di sì

Non ci sono elementi per pensare che il killer abbia avuto un complice. Nelle concitate ore seguenti la strage alcuni reporter hanno segnalato l'arresto di un uomo che osservava dal bosco circostante la scuola le operazioni di soccorso. L'uomo non è stato identificato dai media e potrebbe essere stato rilasciato dopo le verifiche di rito, aveva attirato l'attenzione il fatto che fosse vestito con una tuta mimetica militare, ma non avrebbe nulla a che fare con il delitto.

Il movente

Semplicemente "non c'è". Alcuni sostengono che il fratello, Ryan, avrebbe segnalato che Adam da tempo soffriva di problemi psichici, secondo altri il ragazzo era autistico. Visto che nessuna fonte giornalistica è in grado di dire nemmeno se Ryan sia ancora in custodia o meno è ragionevole concludere che si tratta di pure speculazioni, le più "ovvie" tenendo conto dell'efferatezza della strage.

Le Foto

Le foto della scena del crimine, il dolore dei genitori

Le foto della veglia della comunità di Newtown

Ryan Lanza il fratello di Adam, l'autore della strage

Obama si commuove parlando della strage di Newtown

La strage di Newtown, la diretta con tutte le notizie della giornata

Avvertenza

: Tutte le notizie inserite in questo live sono quelle diffuse nel corso della serata, come potrete vedere molte di queste sono state semplicemente smentite dai fatti successivamente emersi. Si tratta in ogni caso di una lettura istruttiva e mostra come, fra voci e spifferi incontrollati, i media americani abbiano seguito la vicenda.

22.19 - Con tutta probabilità l'uomo arrestato nel New Jersey, ritratto in questa istantanea, è proprio il Ryan Lanza inizialmente identificato come il killer della scuola. In realtà, come chiarito, il colpevole è il fratello minore di Ryan, Adam Lanza che si sarebbe suicidato all'interno della scuola dopo aver compiuto la strage. La follia sarebbe iniziata qualche ora prima con l'uccisione di un "parente" (secondo alcuni media americani sarebbe il padre) trovato morto nella casa della famiglia Lanza, il genitore è la 28esima vittima della strage.

Secondo una ricostruzione che assume contorni sempre più chiari, dunque, Adam avrebbe prima ucciso il padre per poi dirigersi verso la scuola in cui lavorava la madre e mettere in atto il piano che ha portato alla morte di almeno 20 bambini ed altri 6 fra impiegati ed insegnanti. Fra loro c'era anche la madre, Nancy Lanza.

22.10 - Il discorso del presidente Obama (commosso e provato) dopo la strage di Newtown.

21.48 - Adam Lanza sarebbe dunque il killer. Le vittime, secondo l'ultimo report delle forze dell'ordine, sarebbero 27. Diciotto bambini sono morti a scuola, due nel tragitto verso l'ospedale. Poi Lanza ha ucciso 6 adulti e infine se stesso.

21.40 - il killer non sarebbe Ryan Lanza (il giovane con un clamoroso caso di omonimia, in una cittadina da 50mila abitanti), ma il fratello, Adam Lanza. Lo ha appena detto Fox News, precisando che Ryan sarebbe invece in custodia da parte delle forze dell'ordine. Il che fa pensare che il Ryan Lanza di Facebook fosse proprio lui, il fratello del killer. Sono evidentemente attimi di enorme tensione, in cui si fa fatica a ricostruire i fatti. Le immagini sono semplicemente agghiaccianti.

21.25 - Il presidente Obama in conferenza stampa si commuove parlando delle vittime della strage della Sandy Hook: "Ci siamo passati già troppe volte". Il dibattito su una legge per il controllo più restrittivo delle armi negli USA si riapre, dopo questa incredibile tragedia riuscirà Obama a mettere un freno alle lobby?

21.10 - Il "Ryan Lanza" proprietario del profilo Facebook indicato come quello del colpevole è soltanto un omonimo del vero Ryan Lanza. La confusione è stata ingenerata dal fatto che anche questo ragazzo, che vive nel New Jersey, è originario di Newtown, città della Sandy Hook Elementary School.

20.50 - Ricapitoliamo quanto accaduto oggi. Alle 9.41, ora locale, Ryan Lanza, 24enne residente ad Hoboken, New Jersey, è entrato nella Sandy Hook Elementary School di Newtown, nel Connecticut.

L'uomo era armato fino ai denti, la polizia ha confermato il ritrovamento di almeno 4 armi da fuoco, ed indossava un giubetto antiproiettile. Lanza ha sparato uccidendo 29 persone, 7 fra insegnanti e impiegati della scuola e 22 bambini. Secondo alcune testimonianze l'assassino avrebbe messo in scena delle vere e proprie esecuzioni.

Fra le vittime c'è anche la madre del terrorista, un'insegnante in servizio presso la Sandy Hook. L'uomo è morto all'interno della scuola, ma prima di recarsi lì avrebbe ucciso un altro "parente" (la cui identità ancora da chiarire) in una casa di Newtown. Il fratello minore di Lanza è in custodia per accertamenti in questo momento.

20.38 - Molti dei 29 bambini (compresi in un'età fra i 5 e i 10 anni) sarebbero alunni che in quel momento erano nella classe della madre di Ryan Lanza, autore della strage.

20.32 - Qui la diretta streaming della NBC, uno dei principali network USA, che stanno seguendo live le notizie che continuano ad arrivare da Newtown, Connecticut.



Live stream by Ustream

20.28 - Secondo la CBS Ryan Lanza sarebbe il figlio di un insegnante della scuola, morta anche lei nella strage. Il 24enne avrebbe sparato anche ad un altro "parente" prima di recarsi alla Sandy Hook mettendo in pratica il suo folle piano. Le prime testimonianze parlano di bambini e insegnanti uccisi nello stile di una vera e propria esecuzione.

20.23 - Ecco le foto dell'uomo che, secondo la CNN, sarebbe il responsabile della strage. Le foto sono tratte dal suo profilo Facebook. Aggiornamento: Questo ragazzo è soltanto un omonimo (e originario di Newtown) del killer.

20.18 - Secondo la CNN l'uomo responsabile della strage sarebbe Ryan Lanza, 24enne, avrebbe agito da solo con almeno quattro armi da fuoco, indossava un giubbotto antiproiettile.

20.16 - La notizia era nell'area, secondo l'Associated Press il bilancio al momento è di 29 vittime, 22 di loro erano bambini che frequentavano la Sandy Hook.

20.02 - Ecco un elenco delle stragi in ordine cronologico, fin troppo simili nella modalità, avvenute negli ultimi 20 anni negli USA.

1) Cinema di Aurora, Colorado - 12 vittime - 20 Luglio 2012
2) Immigration Center Binghamton, NY - 13 vittime (+1 terrorista) - 3 Aprile 2009
3) Geneva County, Alabama - 10 vittime (+1 terrorista) - 10 Marzo 2009
4) Virginia Tech - 32 vittime (+1 terrorista) - 16 Aprile 2007
5) Columbine High School - 13 vittime (+2 terroristi) - 20 Aprile 1999
6) Luby's Cafeteria Killen, Texas - 23 vittime (+1 terrorista) - 16 Ottobre 1991
7) Ufficio Postale di Edmond, Oklahoma - 14 vittime (+1 terrorista) - 20 Agosto 1986

19.56 - La strage della Sandy Hook, nonostante il bilancio sia ancora provvisorio, è già la seconda in senso assoluto nella storia degli Stati Uniti per numero di vittime.

Negli ultimi 30 anni i casi di persone armate entrate in scuole, licei ed campus universitari lasciando dietro di loro una scia impressionante di morti cominciano a non essere più "isolati". Nel paese con il maggior numero di armi da fuoco detenute legalmente da privati cittadini si tratta un motivo in più per riflettere.

19.48 - La polizia locale ha indetto una conferenza stampa, fra poco ne sapremo di più. Intanto gli elementi certi sono questi: la Sandy Hook Elementary School di Newtown, nel Connecticut, non lontano da New York City, è stata teatro di una violenta sparatoria. Si parla di oltre 100 colpi d'arma da fuoco sparati da un uomo, anche se la polizia ha trovato 2 armi e si ipotizza che il folle non avrebbe agito da solo. La reporter Andrea McCarren ha detto di aver visto una persona portata via in manetta che indossava una tuta mimetica.

Tutto sarebbe iniziato alle 9.30 del mattino, ora locale, le vittime confermate sono 27, 18 delle quali bambini. Il bilancio è ancora provvisorio.

Qui un video Reuters con le prime testimonianze dirette di una bambina che si trovava in quel momento nella palestra.

19.38 - La giornalista Andrea McCarren sostiene che un secondo uomo, che indossava una tuta mimetica e si nascondeva fra gli alberi attorno alla Sandy Elementary School, sarebbe stato catturato. Portato via in manetta urlava di non avere nulla a che fare con la strage.

Sparatoria in una scuola nel Connecticut: almeno 27 vittime, 18 bambini

19.27 - Il presidente Obama, immediatamente informato dell'emergenza, ha preferito rilasciare una dichiarazione prudente:

Il nostro supporto va alle forze dell'ordine e alle famiglie durante questi tragici minuti, chi sarà tempo per una discussione sulle implicazioni politiche.
19.25

- Ecco le prime foto che mostrano la disperazione dei bambini scampati alla strage e la preoccupazione dei loro genitori, accorsi all'esterno della scuola.

Ore 19.20

- Su Twitter sono in molti, da ogni parte del mondo, a seguire con apprensione la strage della scuola elementare. Sono due i trending topics che stanno dominando i cinguettii del social network: #PrayForNewtown e #Schoolshooting.

Ore 19.15 - La ABC ha diffuso il video che raccontava le prime notizie giunte da Newtown. In quel momento non c'erano vittime accertate e si parlava di tre feriti molto gravi che venivano curati nel vicino Danbury Hospital. Ha fatto particolare impressione la scena di un poliziotto ferito che portava all'esterno della Sandy Hook Elementary School alcuni bambini. Sul posto sono intervenute le squadre speciali della Swat (il paesino con poco più di 27 mila residenti si trova ad appena 70 miglia da New York City, nella contea di Farfield, nello Stato del Connecticut) e l'edificio è stato isolato.

Ore 19.11 - Questo è il primo video disponibile sul luogo della scena, girato dai reporter del giornale locale, il Newtown Bee. Mostra l'esterno della scuola già transennato da un imponente schieramento di forze. Molte ambulanze, polizia e vigili del fuoco intervenuti sul posto. I soccorsi sono stati molto rapidi, ma la strage si è consumata nel giro di pochi minuti.

Ore 19.08 - Secondo il principale quotidiano di Hartford, capitale del Connecticut, le vittime al momento sono 27, ben 18 di loro sono bambini che in quel momento (intorno alle 9.30 locali), si trovavano nella scuola per le lezioni del mattino.

Ore 18.30 - Tragica sparatoria a Newtown, Connecticut. La Sandy Hook Elementary School è stata teatro di un violento attacco da parte di almeno un uomo armato fino ai denti. Le notizie sono ancora frammentarie, ma stando alle prime ricostruzioni ci sarebbero "almeno venti vittime", fra questi molti sarebbero bambini.

L'autore della strage sarebbe rimasto ucciso in circostanze ancora da chiarire.

I primi spari provenivano dagli uffici interni alla scuola, almeno 2 impiegati sono state le prime vittime dell'uomo che aveva con sé almeno due armi di fuoco e molti proiettili. Non si è trattato di un raptus, anche se è impossibile sapere al momento le ragioni dell'attacco folle quanto è accaduto era stato in qualche modo premeditato.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO