Riccardo Rasman: condannati per omicidio colposo i 4 agenti di polizia

Della vicenda di Riccardo Rasman ne abbiamo approfonditamente parlato in un articolo del luglio scorso in cui ne raccontavamo i tragici dettagli che lo hanno portato alla morte. Per rispolverarvi velocemente la memoria, Riccardo è morto dopo l'intervento di una pattuglia di quattro agenti di polizia che hanno applicato su di lui atti di pura ed ingiustificata violenza con manette, piedi di porco e calci, causandogli numerose lesioni ed una conclusiva morte per asfissia ed un collasso cardiocircolatorio. Non entriamo in dettagli già trattati.

Era il 27 ottobre 2006. Ora tre dei quattro agenti, dopo aver subito un processo, sono stati condannati con rito abbreviato a sei mesi di carcere e 60mila euro di provvisionale. Condannati quindi il capopattuglia Mauro Miraz e i suoi colleghi Maurizio Mis e Giuseppe De Biase, scagionata Francesca Gatti quarto componente della pattuglia. L'accusa? Omicidio colposo. Non doloso. La pena inflitta è la minore: per l'omicidio colposo sono previsti da 6 mesi a 5 anni. E questo è solo il primo grado, eh. Resta comunque il fatto che è la prima volta in Italia che vengono condannati degli agenti di polizia per omicidio colposo. Per le motivazioni però bisognerà attendere, quindi attenderemo.

Per rendere ancora più chiara la vicenda vi segnaliamo un lungo intervento sul blog di Beppe Grillo in cui si possono vedere e leggere i passaggi del processo, oltre alle interviste ai familiari ed alcune crude immagini che documentano la morte di Riccardo Rasman. Video che vi proponiamo anche qui sopra. Sul caso era stata portata in parlamento anche un'interrogazione parlamentare presentata al Ministero dell'Interno il febbraio scorso.

Via | Il Piccolo - Trieste

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO