Arrestati sette pedofili: facevano parte di organizzazione transnazionale

Producevano e si scambiavano materiale pedopornografico tramite il deep web le sette persone che secondo l'accusa avrebbero anche adescato e abusato di decine di minori. Tutti sono stati tradotti in carcere.

L'operazione odierna è stata eseguita dalla polizia dopo un'indagine iniziata nel 2013. Per la prima volta in Italia agli indagati viene contestata l'associazione a delinquere transnazionale finalizzata alla commissione di reati di pedofilia e pedopornografia.

A smantellare la rete gli uomini della Polizia postale, coordinati dalla Dda di Roma, in collaborazione con l'European Cybercrime Center di Europol.

All'inchiesta hanno cooperato anche l'Fbi e la polizia australiana del Queensland: qui nel 2014 gli agenti avevano arrestato un noto pedofilo australiano, uno olandese e uno danese. Il gruppo italiano smantellato oggi secondo gli investigatori faceva direttamente capo a loro.

Le indagini della polizia postale inoltre hanno fornito all'Europol diverse tracce per identificare decine di minori vittime di adescamenti e abusi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail