Firenze, prostituzione: arrestate 10 persone

La polizia di Firenze ha chiuso il cerchio su una banda di albanesi, otto uomini e due donne, accusati a vario titolo di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di giovani ragazze, anch'esse albanesi. L'operazione, denominata Rishikim, ha portato all'arresto di 8 persone, 7 già in carcere e 1, una donna, ai domiciliari, oltre che due misure dell'obbligo di dimora.

L'indagine è stata condotta dalla squadra mobile di Firenze ed è partita dalla denuncia di una delle ragazze, costretta a prostituirsi e ripetutamente minacciata da altre giovani donne - sue connazionali - affinché si spostasse dal tratto di strada fiorentino in cui era solita prostituirsi. Dalle indagini è così emersa una vera e propria attività di controllo, da parte di alcuni degli indagati, sul giro di prostituzione nella zona tra via Forlanini e viale Guidoni, a Firenze. Dai 300 ai 500 euro mensili il "canone" che ciascuna ragazza doveva pagare per la propria porzione di strada.

Le indagini hanno poi consentito di accertare che uno degli indagati, nonostante sia detenuto in un carcere albanese, ha continuato a mantenere contatti e a gestire, attraverso i suoi complici, l'attività di prostituzione delle giovani donne albanesi nella zona nord della città.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail