Terni, truffa a malati di Sclerosi e Parkinson: 6 persone arrestate

La polizia di Terni ha arrestato 6 persone con l'accusa di associazione a delinquere aggravata finalizzata alla truffa. L'indagine è partita alcuni mesi fa sulla base di una segnalazione giunta alla Procura della Repubblica di Rieti che - coordinata dal procuratore Alberto Liguori e dal sostituto Marco Stramaglia - ha collaborato con le questure di Terni e Rieti nelle indagini.

Polizia e Procura hanno scoperto un'organizzazione di truffatori che approfittavano della disperazione di persone colpite da malattie neurodegenerative gravissime, come ad esempio la sclerosi laterale amiotrofica, la sclerosi multipla e il morbo di Parkinson. Questi truffatori, da circa 2 anni, somministravano ai malati un mix di farmaci inefficaci o addirittura dannosi secondo un presunto protocollo di cure alternative soprannominato "Seven to stand". In cambio si facevano pagare una cifra tra i 2mila ed i 4mila euro.

A capo della truffa un avvocato fondatore dell'associazione "Università popolare Homo & Natura" che negli ultimi due anni ha esercitato abusivamente la professione medica somministrando farmaci e cure ad oltre 200 malati. L'uomo ed i suoi sodali garantivano l'efficacia di queste cure "già testate negli Stati Uniti", promettendo la guarigione o un netto miglioramento delle condizioni di vita.

Il sedicente medico riceveva i suoi sfortunati pazienti nei locali di un centro estetico di Terni, dove avvenivano le visite, la somministrazione dei farmaci ed anche delle sedute di fisioterapia cranio-sacrale praticate dalla compagna dell'avvocato, finita a sua volta in carcere. Agli arresti è finito anche un medico specializzato in odontostomatologia che rivestiva il ruolo di direttore sanitario e a sua volta riceveva i malati. Stessa sorte anche per un ingegnere biomedico che si preoccupava di procurare i farmaci e di curare le campagne pubblicitarie fatte attraverso il dominio "seventostand.com" ed anche su youtube, sul quale sono presenti ancora dei video come quello proposto in cima all'articolo.

In manette anche un farmacista di Rieti che confezionava dei cocktail di farmaci, miscelandone alcuni importati dalla Cina ed altri presenti sul mercato ma non indicati per le malattie neurodegenerative.

<> on December 23, 2010 in Rome, Italy.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail