Torino: blitz contro gli anarchici della FAI, 7 arresti

arresti anarchici fai

Un blitz contro gli anarchici della Fai (Federazione anarchica informale) è scattato questa mattina ad opera della digos di Torino che con l'operazione denominata Scripta Manent stanno eseguendo sette ordinanze di custodia cautelare e una trentina di perquisizioni domiciliari, in collaborazione con i colleghi di Pescara, Roma e Viterbo.

Indagini e arresti sono stati coordinati dal Servizio centrale antiterrorismo della direzione centrale della polizia prevenzione, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Torino. Gli indagati devono rispondere dell'accusa di associazione con finalità di terrorismo; sono ritenuti responsabili dell'esplosione di tre bombe, la prima presso il quartiere Crocetta di Torino del 5 marzo 2007 e le altre presso la caserma allievi carabinieri di Fossano del 2 giugno 2006.

Gli ordigni erano programmati per esplodere a breve distanza l'uno dall'altro con il grave rischio di danneggiare l'incolumità delle forze dell'ordine intervenute sul posto. L'inchiesta è partita dal ferimento a maggio 2012 dell'ingegner Roberto Adinolfi, amministratore delegato dell'Ansaldo Nucleare, la cui gambizzazione fu rivendicata dal Nucleo Olga della Fai. La digos di Torino ha anche ricostruito, esaminando tutta una serie di documenti ideologici, struttura associativa ed evoluzione internazionale della Federazione anarchica informale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail