Enna, arresti per mafia: colpo alla cosca di Pietraperzia

arresti mafia enna

Aggiornamento ore 15.00 - Sono 10, e non 24 come trapelato nell'immediatezza del blitz, gli arresti per mafia contro la famiglia di cosa nostra di Pietraperzia, nell'ennese. Gli investigatori sono convinti di aver accertato una richiesta di pizzo per diverse migliaia di euro anche ai danni dei titolari di un'impresa edile aggiudicataria di un appalto pubblico da 6 milioni di euro relativo alla manutenzione dell'autostrada A-19. L'operazione dei carabinieri è stata denominata Primavera. GdS pubblica nomi e foto degli arrestati.

Blitz antimafia dei carabinieri di Enna che dalle prime luci dell'alba di oggi hanno eseguito diversi arresti a carico di esponenti della clan di cosa nostra di Pietraperzia.

Secondo le indagini in quel come rurale dell'ennese il clan esercitava tutto il suo potere di intimidazione mafiosa per imporre le richieste di pizzo, intimidendo e minacciando chi osava ribellarsi agli esattori dell'organizzazione con danneggiamenti o incendi.

Le accuse mosse a vario titolo ali arrestati vanno dall'associazione mafiosa, al traffico di droga fino alle detenzione illegale di armi e munizioni. In manette sono finite in tutto 24 persone.

All'operazione hanno partecipato più di 80 carabinieri supportati da unità cinofile e da un elicottero del Nucleo carabinieri di Catania.

(in aggiornamento)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO