Bimba di 7 mesi vittima della falsa pediatra arrestata col marito

medici.jpg

Emergono nuovi inquietanti elementi relativi alla vicenda della coppia formata dal medico pediatra e dalla moglie che operava in modo abusivo, non avendo l'abilitazione.

I due, che sono stati arrestati e ora sono ai domiciliari, avevano uno studio pediatrico (di cui lui era il titolare) a Casal di Principe, in provincia di Caserta.

È arrivata la scorsa settimana la notizia del loro arresto, con l'accusa di omicidio colposo, abusivo esercizio di una professione (lui era abilitato, ma lei no), violazione dei sigilli, falsità ideologica in certificati e sostituzione di persona.

In un primo momento si era parlato di due casi di piccole pazienti (di 3 e 4 anni) morte - secondo la procura - in seguito a analisi e cure omesse o sbagliate.

Oggi Il Mattino racconta che la coppia ha avuto come paziente - nell'aprile 2012 - anche una bimba di sette mesi, di nome Patrizia. I genitori portarono la piccola nello studio di Casal di Principe perché aveva l'addome molto gonfio. A visitare la bambina è stata la falsa pediatra che le prescrisse solo una dieta. In realtà le cose erano ben diverse: Patrizia venne ricoverata d'urgenza circa un mese dopo all'Ospedale Santobono di Napoli e morì la stessa notte.

Racconta il giornale napoletano:

L'addome era così gonfio perché aveva una massa tumorale che si estendeva dal collo all'ano. Un lipoblastoma benigno. Lo hanno sentenziato i medici che eseguirono l'autopsia, le cui conclusioni sono drammatiche e fanno rabbia: «Patrizia poteva essere salvata».

L'arresto dei due è avvenuto il 17 giugno di quest'anno, in seguito all'ordinanza emessa dalla Procura di Napoli Nord.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail