Truffa alle assicurazioni: arresti a Palermo e Napoli

truffa assicurazioni palermo

Aggiornamento 11.30 - Tra le 10 persone arrestate su ordine del gip di Palermo dalla Direzione investigativa antimafia per truffe alle assicurazioni c'è anche Salvatore Candura, il falso pentito della strage di via D'Amelio consumatasi il 19 luglio del 1992 quando trovarono la morte il magistrato Paolo Borsellino e cinque agenti della sua scorta. La procura antimafia di Palermo, al termine di certosine indagini aveva chiesto e ottenuto il carcere per la banda formata da palermitani e napoletani che organizzava falsi incidenti stradali per lucrare sulle assicurazioni. Secondo gli investigatori della Dia l'organizzazione reclutava per le truffe persone che, in cambio di denaro, venivano sfregiate o subivano fratture, false vittime consenzienti insomma che pur di ottenere la loro parte erano disposte anche a farsi rompere un braccio.

Sono 10 gli arresti eseguiti tra Palermo e Napoli questa mattina contro un'associazione a delinquere accusata di realizzazione di truffe alle assicurazioni e di lesioni personali aggravate.

Le indagini sono state coordinate dalla Direzione investigativa antimafia di Palermo e tra gli arrestati c'è anche un ex collaboratore di giustizia.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail