Catania, tratta di esseri umani: sei arresti

80952020.jpg

La procura di Catania ha emesso questa mattina sei ordinanze di arresto a carico di altrettanti cittadini nigeriani accusati a vario titolo di essere gli organizzatori di una terribile tratta di esseri umani dall'Africa occidentale all'Europa.

I sei reclutavano giovani donne nigeriane, anche minorenni, nel loro Paese e le sottoponevano a un rito chiamato "Juju" dopo avere ricevuto i soldi per il viaggio verso l' Italia. Le donne venivano infine caricate su gommoni salpati dalla Libia, grazie ai contatti dei trafficanti con i gruppi estremisti che controllano la Libia, e una volta in Italia costrette a prostituirsi per fare fronte al debito contratto. Il rito magico-esoterico denominato “JuJu” vuole che in caso di inadempimento degli obblighi assunti la giovane e i suoi familiari vengano colpiti da disgrazie di ogni genere.

I reati ipotizzati dalla procura catanese sono associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti, tratta di persone, favoreggiamento della prostituzione anche minorile, con l'aggravante della transnazionalità.

Secondo le notizie pubblicate da LiveSicilia al vertice della piramide criminale vi era una certa Sandra Johnson, classe 1992, arrestata a Catania. Gli altri cinque sono: Friday Igbinosun, classe 1992, arrestato a Genova, Kelvin Aigbedion, classe 1993, arrestato a Roma, Emmanuel Asewo, classe 1989, arrestato a Catania, Jennifer Ekhator, classe 1985, arrestata a Roma, e Faith Owamagbe, classe 1985, arrestata a Genova.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO