Roma: arresti per rapine in casa, a capo ex banda della Magliana

A capo della banda di violenti rapinatori sgominata oggi a Roma c'era secondo gli inquirenti un ex esponente di spicco della banda della Magliana, Manlio Vitale, detto Er Gnappa.

Il blitz di stamattina ha portato a 24 arresti eseguiti dai carabinieri per le ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di rapine, furto, ricettazione, detenzione e porto abusivo di armi. L'operazione ha visto l'impiego di 200 militari che hanno notificato i provvedimenti cautelari a Roma e in diverse zone della provincia capitolina.

"Lo leghi come ti pare. Poi più lo leghi bene più hai tempo per andartene. Domani lo torturo proprio"

si sente in una delle intercettazioni agli atti dell'inchiesta. Manlio Vitale, ex capo per la banda della Magliana nei quartieri Tor Marancia e Garbatella, grazie al suo stretto legame con Maurizio Abbatino in passato avrebbe anche curato, secondo gli investigatori, i rapporti della banda della Magliana con affiliati a clan di 'ndrangheta e camorra. Tra gli arrestati anche il figlio di Vitale, Danilo, che gestisce una gioielleria del quartiere Prati e che avrebbe fornito informazioni sui clienti facoltosi da derubare.

Le vittime delle rapine in casa erano quasi sempre persone ricche e vulnerabili: donne che vivevano da sole, anziani o famiglie con figli piccoli. Oltre agli arresti sono stati sequestrati quattro appartamenti e sei veicoli riconducibili a Vitale e un altro appartamento riconducibile a un sodale.

  • shares
  • +1
  • Mail