Riccardo Bossi condannato per appropriazione indebita aggravata

riccardo-bossi.jpg

Riccardo Bossi è stato condannato per appropriazione indebita aggravata a un anno e otto mesi (con sospensione condizionale della pena).

È arrivata oggi la decisione del giudice monocratico dell'8a sezione penale di Milano che ha concesso al figlio primogenito del fondatore della Lega Nord le attenuanti generiche.

La sentenza è quella relativo al caso, scoppiato quattro anni fa, dei 158 mila euro - soldi della Lega Nord - spesi da Riccardo Bossi per fini personali.

Il pm aveva richiesto per il figlio di Umberto un anno di reclusione e 350 euro di multa.

Foto: screenshot Le Iene

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 216 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO