Marina di San Nicola (Ladispoli): cadavere semi carbonizzato in un furgone, si indaga per omicidio

cadavere marina ladispoli

Aggiornamento ore 15.00 - Una donna di 65 anni è stata fermata nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Corrado Valentini, trovato carbonizzato in un'auto a Marina di San Nicola ieri pomeriggio verso le 17.00. Le telecamere di videosorveglianza di piazzale della Lucertola avrebbero ripreso una persona incappucciata e in impermeabile mentre si allontanava dal furgoncino di Valentini, non prima di aver gettato liquido infiammabile sulla vettura.

È giallo sul cadavere semi carbonizzato di un uomo di 59 anni ritrovato ieri pomeriggio in un furgone aziendale, un Fiat Doblò, a Marina di San Nicola, località marittima del comune di Ladispoli (Roma).

Il mezzo era parcheggiato in Piazza delle Lucertole. La moglie aveva denunciato la scomparsa dell'uomo, Corrado Valentini, di professione artigiano, la sera prima presso la stazione dei carabinieri di Ponte Galeria.

Il furgone in cui è stato rinvenuto il corpo è stato dato alle fiamme. Sul posto sono poi giunti i carabinieri che hanno avviato le indagini. Valentini secondo le prime informazioni presentava un foro sul collo che potrebbe essere stato provocato da un colpo di pistola ma anche da un fendente sferrato con un punteruolo.

Gli esami autoptici dovranno chiarire le esatte cause della morte. Del caso si occupano i carabinieri del Nucleo investigativo di Ostia, coordinati dalla procura di Civitavecchia. Gli investigatori stanno sentendo oltre ai familiari, conoscenti e amici della vittima per ricostruire la vita privata e professionale del 59enne.

Si analizzano anche i tabulati telefonici e l’analisi delle celle per risalire agli ultimi contatti e spostamenti dell’artigiano.

  • shares
  • +1
  • Mail