Genova, scandalo rifiuti: indagato generale dei carabinieri

tribunale-genova

C'è anche il generale dei carabinieri Enzo Fanelli, ex comandante della Legione Liguria, tra gli indagati dalla procura di Genova nell'inchiesta sullo smaltimento illecito di rifiuti che due giorni fa ha portato all'arresto di sette dirigenti e dipendenti della municipalizzata Amiu e della Switch 1988 Spa.

Con il generale Fanelli, accusato di truffa aggravata, è stato iscritto nel registro degli indagati, per la stessa ipotesi di reato, anche un altro ufficiale dell'Arma, Massimo Milli, ex comandante della caserma dei carabinieri Vittorio Veneto di Genova.

Secondo la procura per abbattere i costi di smaltimento dei rifiuti prodotti durante la ristrutturazione della caserma di Vittorio Veneto, Fanelli e Milli si sarebbero messi d'accordo con i vertici di Amiu e Switch 1988 per far risultare quei detriti come rifiuti urbani. Fanelli ora guida la commissione per la Condizione generale del personale dell’Arma.

Secondo i pm alla ditta Switch venivano affidati appalti senza che ne avesse i requisiti, tipo ritiri simulati di ingombranti a domicilio con documentazione falsa per chiedere i rimborsi all’Amiu, o ancora "la decuplicazione documentale dei quantitativi di rifiuti smaltiti per conto del Comune" spiega Il Secolo XIX. Così la Switch 1988 avrebbe intascato illecitamente qualcosa come un milione di euro.

Le indagini coordinate dai magistrati Paola Calleri e Francesco Cardona Albini finora hanno portato agli arresti di sette dirigenti Amiu e Switch. Nella stessa inchiesta risultano indagate in tutto 30 persone, tra cui l'ex direttore del carcere genovese di Marassi, Salvatore Mazzeo, oggi in servizio a Torino presso il provveditorato penitenziario, e una funzionaria dello stesso carcere, Marta Ghio. Per entrambi l’accusa è di abuso d’ufficio: avrebbero fatto passare rifiuti elettronici per rifiuti urbani.


Vota l'articolo:
4.09 su 5.00 basato su 11 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO