Torino, presa la banda dell’Audi bianca

La banda, composta da quattro cittadini albanesi residenti a Torino, compiva colpi e rapine nelle province di Torino e di Cuneo

I quattro componenti della banda dell’Audi bianca sono stati arrestati dopo aver seminato il panico per mesi nelle province di Cuneo e Torino, mettendo a segno 21 colpi, 18 furti e 3 rapine violente, tutte di notte, mentre i proprietari si trovavano nelle loro case.

I quattro componenti della banda sono tutti di nazionalità albanese e tutti abitanti a Torino: Tomorr Stermillar, 31 anni, abitante a Torino, Erion Neziri, 29 anni, Bili Manjani, 30 anni, e Klevis Kaci, 20 anni.

L’operazione che ha portato all’arresto della temutissima banda era iniziata sei mesi fa con l’arresto di 9 persone che componevano altre due bande legate a quella fermata lo scorso 20 novembre.

L’auto con la quale venivano compiute le rapine era una Audi TTS bianca 310 cavalli, rubata alcuni mesi fa a Giaveno.

La cattura è stata resa possibile grazie ai filmati effettuati ai varchi dei Telepass in autostrada, dove la banda sfrecciava accodandosi a coloro che pagavano regolarmente. Le tre rapine violente sono state compiute a Bruino, a Montà d’Alba e a Bricherasio.

L’attività d’indagine si è concentrata nei mesi di ottobre e novembre e proprio lo scorso 20 novembre la banda è stata catturata in flagranza di reato, subito dopo aver compiuto una rapina a Volvera.

La banda faceva base in un appartamento in affitto nel quartiere di San Salvario. L’Audi era invece nascosta in un garage di Mirafiori, alla periferia sud di Torino.

I rapinatori raggiungevano l’auto con cui compivano le rapine a bordo di due altre automobili: una Smart e un’Alfa 147.

Il 5 maggio 2016 un pensionato di 79 anni si era difeso da un assalto sparando due colpi di pistola e ferendo uno dei rapinatori, Flori Eollaj.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail