Paternò: clan Assinnata,14 arresti. In manette il boss dell'inchino

arrestati paternò

Operazione antimafia "The End" nel catanese con 14 arresti eseguiti contro il clan Assinnata di Paternò, legato alla cosca etnea Santapaola. Le accuse mosse a vario titolo agli indagati sono di associazione mafiosa, estorsione e traffico di droga. Ricostruite dai carabinieri di Catania e della locale stazione le dinamiche interne del gruppo mafioso e le modalità di gestione dei proventi derivanti dalle attività illecite.

Tra le persone finite in manette oggi anche il padre del ragazzo che a dicembre scorso, durante i festeggiamenti della patrona Santa Barbara, ricevette da due portatori dei cerei votivi un "inchino reverenziale" davanti casa del genitore, presunto esponente di spicco del clan Assinnata, che era ai domiciliari.

L'omaggio al boss avvenne nella tarda mattina del 3 dicembre, come registrato dalle immagini riprese dai carabinieri di Paternò. I portatori a turno eseguirono il "dondolamento" dei simboli religiosi simulando poi un inchino reverenziale davanti al figlio del boss detenuto, con tanto di bacio finale.

I due portatori dei cerei furono convocati il giorno dopo dal questore di Catania, che su segnalazione del comando provinciale dei carabinieri, e d'accordo con il prefetto dispose il divieto di partecipare allo svolgimento delle manifestazioni religiose dei due comitati organizzativi della festa di Santa Barbara.


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO