Sacra corona unita: 34 arresti a Brindisi, colpito clan Pasimeni-Vicentino

Operazione antimafia a Brindisi, Mesagne e dintorni con 34 arresti di presunti affiliati alla Sacra Corona Unita eseguiti questa mattina dalla polizia che ha notificato le ordinanze di custodia cautelare a molti volti nuovi, ai primi reati per mafia.

L'inchiesta, partita nel 2013, avrebbe ricostruito le dinamiche interne e le attività criminali dello storico clan della Scu Pasimeni-Vicentino, le sue articolazioni nel comune di Brindisi, l'attività di reclutamento di nuove leve poi comandate da donne capoclan che impartivano ordini anche tramite "pizzini".

Le accuse mosse a carico degli indagati sono di associazione mafiosa, estorsioni, danneggiamenti e detenzioni di armi. Per la maggior parte di loro è la prima contestazione per reati di mafia, segno della capacità attrattiva del clan Scu in questione. Scoperta durante le indagini anche l'ascesa di una cosca mafiosa emergente.

Contestualmente agli arresti di oggi gli agenti della squadra mobile brindisina hanno posto sotto sequestro beni mobili e immobili per diverse centinaia di migliaia di euro. I provvedimenti cautelari sono stati richiesti dagli inquirenti della Dda di Lecce, i pm Alberto Santacatterina e Valeria Farina Valaori, e disposti dal gip Antonia Martalò.

Arresti SCU Brindisi


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO