Stato-mafia, Ciancimino: “Provenzano protetto dalle istituzioni. E investimenti mafiosi in società di Berlusconi"

Massimo Ciancimino evasione fiscale

Massimo Ciancimino, figlio di Vito, ex sindaco di Palermo, ha risposto oggi alle domande del pubblico ministero, Nino di Matteo. Lo ha fatto nell’ambito del processo sulla cosiddetta trattativa stato-mafia, ribadendo, come aveva già fatto in altre occasioni, che criminalità organizzata e settori delle istituzioni erano collusi.

Al pm, Ciancimino ha detto: “un giorno, tra maggio e dicembre del 1992, mio padre mi disse che Provenzano poteva muoversi indisturbato grazie ad un accordo con rappresentati istituzionali, in seguito ad alcuni incontri ai quali anche lui aveva contribuito”

Ed ha aggiunto, pronunciando la fatidica data del 1992 (anno in cui furono assassinati Falcone e Borsellino): “Nel luglio 1992 (Vito Ciancimino ndr.) ha interceduto per fissare un incontro con un medico romano poiché mio padre e Provenzano condividevano anche i problemi medici legati alla prostatite”

E ancora, ricordando la sua paura nel portare dei pizzini a Provenzano, Ciancimino riferisce che suo padre gli disse “di stare tranquillo, perché potevo andare, visto che per un accordo con le istituzioni Provenzano era libero di circolare tranquillamente”.

C’è anche un riferimento importante al ruolo giocato dai servizi segreti. A tale riguardo, Ciancimino ha dichiarato: “mio padre ha avuto rapporti fin dal 1970 (con i servizi ndr.) e li ha tenuti fino agli ultimi giorni della sua vita. Fu lui a dirmelo. Aveva rapporti, in particolare, con una persona che chiamava ‘Signor Franco’”.

Infine, Ciancimino, che è un fiume in piena, rivela di contatti non limpidi tra suo padre e l’ex premier, Silvio Berlusconi: “attraverso un contatto politico, Francesco Paolo Alamia, mio padre investì a metà anni Settanta circa 4 miliardi delle vecchie lire nelle società del costruttore milanese Berlusconi. In quell'investimento c'erano interessi di Buscemi, Bonura, imprenditori di mafia, ma anche interessi di Provenzano e Stefano Bontate".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 42 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO