Ravenna: arrestati ispettori del lavoro assenteisti

ispettori lavoro assentisti ravenna

Aggiornamento ore 15:10 - Gli ispettori del lavoro che avvisavano ristoratori e imprenditori di Ravenna e Cervia, prima di effettuare la ispezioni che dovevano essere a sorpresa, in cambio di regali, cene e favori, sono stati incastrati con pedinamenti, osservazioni e intercettazioni telefoniche iniziate lo scorso settembre. Uno dei due contattava ad esempio i ristoratori presso sede Ispettorato fingendo di non conoscerli, poi insieme facevano un tratto di strada per prendere accordi. In un caso proprio prima di un controllo per cui c’era stata la soffiata del funzionario un imprenditore aveva regolarizzato da un giorno all’altro sei dipendenti, come riporta Ravenna 24 Ore. I locali coinvolti sono per ora cinque o sei ma le indagini proseguono anche a carico di altri esercizi pubblici.

Due ispettori del lavoro in servizio presso la direzione provinciale del lavoro di Ravenna, sono stati arrestati questa mattina per assenteismo. Dopo le indagini i carabinieri hanno notificato loro un'ordinanza di custodia cautelare per l'accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato.

Nei guai sono finiti un capoufficio e un impiegato addetti alle ispezioni esterne nell'ambito di una inchiesta su assenze ingiustificate sul lavoro da parte di coloro che, appunto per lavoro, dovrebbero vigilare sul pieno rispetto delle regole

Gli arresti sono stati richiesti al gip di Ravenna dalla locale procura. Gli inquirenti ritengono di avere in mano elementi sufficienti per rinviare a giudizio i due ispettori del lavoro presunti assenteisti. In queste ore sono in corso perquisizioni sia presso le abitazioni sia presso gli uffici degli indagati.

(in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail