Terni, catturato il boss di Forcella Pasquale Sibillo

É finita oggi a Terni, in Umbria, la latitanza del giovane Pasquale Sibillo, 20enne ritenuto dagli inquirenti il boss del quartiere napoletano di Forcella e responsabile della faida nel centro storico del capoluogo campano che tra la fine di giugno e l’inizio dell’agosto scorsi ha provocato la morte di tre persone.

A far scoppiare la faida, secondo quanto ricostruito dalle autorità, sarebbe stato l’omicidio di Emanuele Sibillo, fratello del boss, ucciso il 2 luglio scorso nel corso di una sparatoria contro il clan dei Buonerba per il controllo dello spaccio di droga.

Poche settimane dopo, dicono gli inquirenti, il clan fece uccidere Salvatore D'Alpino e Luigi Galletta e ferire Sabatino Cardarelli.

Pasquale Sibillo, era latitante dal giugno scorso, ricercato per omicidio, tentato omicidio e associazione mafiosa. Oggi il giovane è stato rintracciato a Terni ed è stato arrestato nel corso di un’operazione condotta dagli agenti della Squadra Mobile di Napoli e dello Sco.

napoli-omicidio-via-carbonara.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO