Scampia, sicari in azione: ucciso Raffaele Abete, fratello del boss Arcangelo

Scritto da: -

La faida tra Scampia e Secondigliano è più accesa che mai e gli omicidi sono sempre più frequenti. Ieri, l’ennesimo: Raffaele Abete, 41 anni, è stato ucciso a colpi di pistola intorno alle 2.45, mentre stava uscendo dal bar Zeus di via Roma.

I sicari sono entrati in azione in pochi istanti, hanno crivellato di colpi la vittima utilizzando proiettili rinforzati e sono sparati nel nulla, facendo perdere le proprie tracce. Nessun dubbio degli inquirenti sul fatto che questo ennesimo delitto, il ventiquattresimo dall’inizio dell’anno, sia collegato alla faida per la spartizione del mercato degli stupefacenti.

La vittima, Raffaele Abete, era un pregiudicato, ma soprattutto era il fratello di Arcangelo Abete, boss dell’omonima famiglia di scissionisti, già detenuto in carcere e ritenuto dagli inquirenti uno degli artefici della scissione. Del caso si sta occupando la squadra mobile di Napoli con il coordinamento della Procura.

Foto | ©TMNews

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Crimeblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.