Sarno, morta bimba di 3 anni. Il padre accusa i vicini

gettyimages-460871782.jpg

Ieri sera, intorno alle 22, una bimba di 3 anni è giunta cadavere all’ospedale di San Marzano di Sarno, in provincia di Salerno. La bambina aveva addosso solamente le mutandine e, secondo le prime informazioni, la causa del decesso sarebbe una congestione dovuta al bagno fatto dopo cena.

Sul corpo non è stato trovato alcun segno di violenza, ma il pm ha disposto l’autopsia. I Carabinieri stanno cercando di ricostruire gli eventi che hanno portato al decesso della bimba di origine romena che viveva da sola col padre, in condizioni igienico-sanitarie precarie, dopo che la madre era tornata in Romania.

Quando il padre si allontanava per lavorare, la bimba veniva lasciata dai vicini e proprio questi vengono ora accusati dal padre di avere provocato la morte della bambina. L’uomo ha dichiarato che la figlia potrebbe essere morta a causa di sevizie e percosse da parte dei vicini di casa. L’esame esterno non ha evidenziato lesioni o ecchimosi e nemmeno altri segni di violenza. Il pm Cacciapuoti, della Procura di Nocera, ha spiegato che non vi sono, almeno per il momento, segni che riconducano il decesso a morte violenta, ma è stata disposta un’autopsia in modo da fare chiarezza sulle cause della morte.

In aggiornamento

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail