Napoli, rapine e furti in casa travestiti da Carabinieri: 13 arresti - Video

Si travestivano da rappresentati delle forze dell’ordine, si presentavano in casa di cittadini esibendo dei falsi decreti di perquisizione e con questa scusa riuscivano a metter a segno furti e rapine. A finire in manette, accusati di aver utilizzato questo modus operandi, sono state 13 persone, membri di due diverse bande di criminali attive nell’area di Napoli.

Sarebbero almeno 8 i furti e le rapine messe a segno dalle due bande tra il marzo e il dicembre 2014, sette a Napoli e uno a Castel Volturno, in provincia di Caserta. O, meglio: 8 sono i casi accertati, ma c’è il sospetto che il numero potrebbe essere più alto.

Ad incastrare i malviventi sono stati i filmati della telecamera di sorveglianza installata in casa di una delle vittime. I finti carabinieri, con indosso divise simili in tutto e per tutto a quelle ufficiali, vengono ripresi chiaramente in viso e grazie a queste preziose immagini, quelle che vedete in apertura, si è arrivati alla loro identificazione e al loro arresto.

I 13 malviventi sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata a furti e rapine in abitazione aggravate dall'aver portato armi e dall'aver simulato la qualità di pubblico ufficiale.

  • shares
  • Mail