Usa, poliziotto utilizza spray urticante contro afroamericani - video

Nuovo caso di abusi da parte di un poliziotto (bianco) americano contro alcuni manifestanti pacifici (neri)? Potrebbe essere stato ancora una volta il colore della pelle a segnare l'azione di un agente statunitense, accusato di razzismo dopo essere entrato in azione domenica scorsa.

I fatti sono accaduti a Cleveland, in Ohio, e raccontati da numerose foto e video realizzati da chi era presente sulla scena. Nel giorno della conferenza "Black Lives Matter", la polizia statunitense aveva bloccato in un bus un 14enne reo di essere troppo ubriaco e lo stava riportando dai genitori.

A quel punto un gruppo di manifestanti ha cercato di avvicinarsi al veicolo della polizia quando l'agente sotto accusa ha iniziato ad usare lo spray urticante in dotazione alla squadra, per disperdere i manifestanti e lasciare spazio al passaggio della vettura. Ciò che indigna è come il poliziotto abbia usato lo spray: gli spruzzi sono stati continui e all'altezza degli occhi; le persone colpite non sembravano avere atteggiamenti pericolosi.

La polizia di Cleveland ha spiegato che non ci sono stati arresti e che dopo il momento di tensione il ragazzino è stato affidato alla madre. Sono però in corso ulteriori indagini che faranno luce anche su eventuali abusi dell'agente.

  • shares
  • Mail