Viterbo, geloso la cosparge di alcol e minaccia di darle fuoco

Vittima degli abusi una donna del viterbese

p129501-620x350.jpg

Gli uomini della polizia della Squadra Mobile della Questura di Viterbo, coordinati da Fabio Zampaglione, al termine di intense ricerche sul territorio, la notte scorsa hanno arrestato un uomo, un ventinovenne viterbese destinatario della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal gip di Viterbo Francesco Rigato: accusato di aver segregato in casa, sottoposto a brutali violenze fisiche e psicologiche, e picchiato fino a dover ricorrere a un intervento chirurgico la convivente.

La donna, una viterbese, lo scorso maggio aveva trovato il coraggio di sporgere denuncia presso la Questura nei confronti del convivente: secondo le ricostruzioni nel periodo della convivenza con l’uomo, durata circa sei mesi, era stata oggetto di ripetute vessazioni di natura fisica e psicologica. Sembra addirittura che in più occasioni l’uomo, accecato da gelosia anche per le pregresse relazioni sentimentali della donna, la picchiava violentemente al fine di farsi rivelare i nomi dei precedenti amanti; in una di tali circostanze la stessa, per le lesioni riportate, era costretta a ricorrere ad un intervento chirurgico. In un'altra circostanza l'uomo era arrivato a cospargerla di alcol con la minaccia di darle fuoco, in un'altra le aveva messo una pistola in bocca.

Secondo quanto riporta l'agenzia stampa AdnKronos gli uomini della Squadra Mobile hanno accertato, inoltre, che la donna aveva subito brutali episodi di violenza sessuale per un’intera notte, durante la quale era stata oggetto di ogni genere di umiliazione.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail