Pompei: picchiano e rapinano anziana in casa, il basista è il vicino 85enne

carabinieri

Rapinarono un'anziana con modalità da Arancia Meccanica. È accaduto a Pompei (Napoli) dove una banda di rapinatori percosse e rapinò l'anziana nella sua abitazione.

Ora a quasi 6 mesi di distanza dai fatti i carabinieri hanno chiuso il cerchio delle indagini scoprendo anche che il basista era un 85enne vicino di casa della vittima. Oggi sono finite in manette cinque persone di Torre Annunziata (NA) con l'accusa di rapina aggravata in abitazione.

La rapina venne commessa a febbraio scorso. I malviventi, guidati dall'anziano basista, fecerop irruzione nella casa della vittima, imbavagliandola con del nastro adesivo e rubando denaro e preziosi.

L'anziana venne minacciata rimanendo in balia dei malviventi per circa mezz'ora e rischiando anche il soffocamento a causa dal bavaglio che i rapinatori gli avevano messo alla bocca con del nastro adesivo.

Il bottino del colpo venne quantificato in 2mila euro. La vittima una volta che i rapinatori lasciarono la sua abitazione riuscì a liberarsi da sola mentre i banditi erano corsi a rifugiarsi in casa del basista.

L'anziano arrestato oggi con i quattro malviventi ha una proprietà vicina a quella della donna a Pompei. Il lavoro degli investigatori è stato agevolato dalle immagini delle telecamere di video sorveglianza presenti nella zona.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail