Violenza sessuale su 12enne: parente condannato a Sciacca

violenza sessaule su minore sciacca

Avrebbe abusato sessualmente di un bambina di 12 anni, sua parente, il 40enne condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione a Sciacca, in provincia di Agrigento. Secondo l'accusa l'uomo, nullafacente, DAL 2010 al 2012 avrebbe commesso violenza sessuale ai danni della minorenne.

La vicenda risale secondo la ricostruzione degli inquirenti a quegli anni ma è venuta alla luce solo di recente quando una zia della vittima ha raccolto le confidenze di quest'ultima in merito agli abusi. La donna si è poi rivolta a un consultorio e quindi alle forze dell'ordine, denunciando l'uomo.

Dopo aver scontato un periodo agli arresti domiciliari, il presunto pedofilo è stato giudicato dal giudice per le udienze preliminari (gip) del tribunale di Sciacca Luisa Intini con rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena in caso di condanna.

Lo Sportello antiviolenza della procura della Repubblica di Sciacca si era attivato e la 12enne è stata ascoltata con il sostegno di una psicologa, un caso che è stato trattato con molta prudenza da investigatori e magistrati per garantire la massima tutela possibile alla vittima.

I genitori della bambina si sono costituiti parte civile al processo e il gip ha disposto un risarcimento da stabilirsi in separato giudizio in sede civile con una provvisionale di 2.000 euro per ciascuno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail