Treviso, assalto a furgone portavalori a Preganziol: caccia ai banditi

assalto-portavalori-treviso.jpg

16.00 - Col passare delle ore prende corpo anche la ricostruzione della dinamica dell’assalto. I banditi sono entrati in azione mentre il camioncino portavalori del Gruppo Civis stava ritirando l’incasso del supermercato IperLando di via Baratta Nuova. Il gruppetto avrebbe costretti i due agenti a deviare dal percorso prefissato e raggiungere un parcheggio deserto nei pressi della Casa del materasso.

Lì sarebbe avvenuto l’assalto. Una delle due guardie giurata - quella trasportata sotto shock al pronto soccorso subito dopo la rapina - sarebbe stata presa in ostaggio per qualche minuto mentre altri complici scaricavano il bottino dal furgone - si stima circa 100 mila euro - e lo caricavano su una delle auto utilizzate per il colpo.

Subito dopo il gruppetto di banditi ha rilasciato la guardia giurata ed è fuggito senza lasciare traccia.

15.10 - Le notizie che arrivano da Preganziol sono rassicurati. L’assalto al portavalori non avrebbe portato al ferimento di una persona: ad essere trasportato in ospedale, in stato di shock, è stato il vigilante che si trovava alla guida del furgone, rimasto sconvolto dopo essere stato minacciato dai banditi che hanno svuotato il portavalori.

Al momento si cercano 4 o 5 persone, datesi alla fuga dopo il colpo.

14.40 - Assalto a un furgone portavalori nel primo pomeriggio di oggi a Preganziol, in provincia di Treviso. I particolari di questa vicenda non sono ancora noti, sappiamo soltanto che l’assalto è avvenuto tra le 13 e le 14 di oggi in via Baracca e che una persona è rimasta ferita, non è chiaro se si tratta di un civile o di uno dei banditi.

Sul posto sono ancora presenti ambulanze, polizia e carabinieri.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail