Omicidio-suicidio a Cagliari: avvocato uccide la moglie e si toglie la vita

aggredito Giovanni Mauro Gallipoli

Prima ha ucciso la moglie con un colpo di pistola, poi ha rivolto l'arma contro se stesso per togliersi la vita. È successo a Quartu Sant'Elena, alle porte di Cagliari, dove la polizia ha scoperto i corpi senza vita di due persone questa mattina. L'uomo, Gilberto Nurra avvocato 74enne, aveva annunciato le sue intenzioni con una telefonata al 113 in cui dichiarava: "Ammazzo mia moglie e la faccio finita". L'altra vittima è una donna di 66 anni, il suo nome è Franca Mastinu, il suo corpo è stato ritrovato in camera da letto, mentre quello del marito in sala da pranzo, in un appartamento al sesto piano di uno stabile in Via Irlanda.

L'arma con cui è stato compiuto questo omcidio-suicidio è una pistola calibro 7,65 legalmente detenuta dall'avvocato. Sul posto sono giunti gli agenti della squadra mobile e gli esperti della scientifica che stanno effettuando i rilievi del caso. Non si conoscono ancora i motivi all'origine della tragedia, ma secondo le ultime indiscrezioni sul luogo sarebbe stata rinvenuta una lettera in cui viene annunciato il tragico gesto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail