Usa, bambino ucciso di botte. Sospettato il fidanzato della madre

Il bambino ha mangiato una fetta di torta senza chiedere il permesso. Così sarebbe scattata l'ira del fidanzato della madre

robert-leroy-wilson.jpg

Nel Maryland, un bambino di nove anni è stato ucciso in maniera efferata. Il fidanzato della madre l'avrebbe prima ammanettato al letto e poi lo avrebbe picchiato con inaudita violenza. La motivazione dello scatto di ira sarebbe da ricondurre al fatto che il minore, deceduto poi in ospedale, ha mangiato una fetta della torta di compleanno senza chiedere il permesso.

Il bambino, racconta il Washington Post, ha perso la vita domenica, dopo essere stato ricoverato martedì. A cercare di salvarlo, vanamente, sono stati i medici dell'ospedale pediatrico di Hagerstown, che lo hanno visto arrivare in condizioni molto critiche. Il sospettato numero uno per l'omicidio è Robert Leroy Wilson, già incriminato in passato per violenza e aggressione nei confronti della vittima. Secondo fonti dell'Fbi, ora l'uomo di trent'anni potrebbe ricevere accuse ancora più pesanti dal procuratore dello Stato. Si aspettano, però, prima i risultati definitive dell'autopsia.

A rischiare è anche la madre del bambino. La donna, sebbene assente quando si sarebbero svolti i fatti, era tornata a casa quando è arrivata l'ambulanza. Tuttavia, il soccorso è stata lei stessa a mandarla indietro. Ha detto al personale medico che suo figlio era semplicemente "congestionato". Dopo poco, però, la vittima ha smesso di respirare e la mamma si è vista costretta a richiamare i servizi di emergenza.

Secondo quanto riportato dalla Abc, sul corpo del minore i dottori hanno ravvisato contusioni multiple in varie zone del corpo, tra cui viso, orecchie, collo, colonna vertebrale, addome e glutei. Alcune di queste contusioni, secondo quanto scritto nel referto, erano in "stadio di guarigione". Ciò vuol dire che il bambino aveva subito violenze anche in precedenza.

  • shares
  • Mail