Usura con tassi d'interesse al 1000%: arresti a Cassano Ionio (Cosenza)

Arresti usura cassano jionio

Avrebbero praticato interessi usurari fino al 1.000% annuo i due fratelli strozzini arrestati oggi a Cassano allo Ionio, in provincia di Cosenza, per le accuse di estorsione e usura in concorso.

In manette sono finiti Giuseppe e Salvatore Capparelli, rispettivamente 49 e 51 anni. Ad eseguire le indagini e a notificare le ordinanze di custodia cautelare a carico degli arrestati sono stati i militari dell'Arma di Cassano Jonio.

Altri due familiari dei fratelli Capparelli sono stati sottoposti all'obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria. Gli arrestati devono rispondere dell'accusa di strozzinaggio, i carabinieri hanno sequestrato loro oltre 200mila euro e una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa.

L'attività investigativa che ha portato al blitz era partita a novembre 2015 dopo il ritrovamento di un imprenditore del luogo allontanatosi da casa sua, praticamente una fuga, dopo essere caduto nel rete dei presunti cravattari arrestati questa mattina.

L'uomo aveva poi denunciato tutto ai carabinieri di Cassano allo Ionio che avrebbero accertato come gli indagati praticassero tassi di usura nei confronti di altri quattro imprenditori della zona, cercando pure di estorcere loro la restituzione del denaro prestato a tassi usurari, con tassi d'interesse richiesti che andavano dal 23% al 1000% annuo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail