Stupro a Roma, Giuseppe Franco resta in carcere

Le ultime notizie dopo l'arresto del militare 31enne. Secondo gli inquirenti il reato sarebbe premeditato.

Sabato 4 luglio 2015 - Il militare di marina Giuseppe Franco, presunto stupratore di una sedicenne la notte del 29 giugno vicino a Piazzale Clodio, resta in stato di fermo. Il giudice per le indagini preliminari Giacomo Ebner ha emesso un'ordinanza che ne dispone la custodia in carcere e nella quale si legge che contro di lui sussistono gravi indizi di colpevolezza. Dall'ordinanza emerge che l'ipotesi degli inquirenti è che l'uomo abbia premeditato il reato per cui nei suoi confronti c'è il pericolo di reiterazione de di fuga, visto che, avendo fatto numerose missioni all'estero, potrebbe conoscere dei luoghi in cui nascondersi. Il giudice Ebner scrive che l'indagato

"ha individuato una ragazza palesemente minorenne, ha esibito un tesserino per accreditarsi come rappresentante delle forze dell'ordine ed ha persuaso la minore esercitando la forza solo nei momenti in cui la ragazzina tentava di ribellarsi"

e aggiunge che l'uomo

"ha senz'altro approfittato dell'orario notturno e del luogo in cui appartarsi, da lui, senza dubbio conosciuto"

Intanto il pm Eugenio Albamonte ha chiesto al gip di disporre un incidente probatorio per raccogliere le testimonianze della vittima e delle sue amiche in modo da evitare loro di essere esposte durante il giudizio, visto che sono minorenni.

L'avvocato di Franco, Gaetano Parise, ha detto di voler impugnare l'ordinanza di custodia cautelare davanti al Tribunale del Riesame e di chiedere gli arresti domiciliari perché, dice:

"La versione del mio assistito è attendibile, non fosse altro perché dal certificato medico non risulta alcuna traccia di violenza sulla ragazzina"

Il video della fuga del militare


Venerdì 3 luglio 2015

17.40 - La Questura di Roma ha diffuso un nuovo video tratto dalle immagini registrate da una telecamera di sicurezza di un ristorante. Nel video si vede il militare 31enne, maglia e pantaloncini chiari, mentre scappa. Ad inseguirlo due amiche della vittima della violenza. Più indietro, la ragazza che ha subito gli abusi desiste dal rincorrerlo e si abbraccia con un'altra amica.

3 luglio, 10.30 - E' stato confermato l'arresto per il militare accusato di aver violentato una ragazza di 15 anni nella notte del 29 giugno. Il gip Giacomo Ebner accolto la richiesta del pm Eugenio Albamonte, l'accusa contestata è quella di violenza sessuale e di sostituzione di persona.

L'arresto del presunto stupratore

15.00 - La Questura di Roma ha diffuso il video dell'arresto del presunto stupratore (in alto).

Ecco come la stessa Questura ha raccontato i fatti accaduti.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/en_US/sdk.js#xfbml=1&version=v2.3"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

#ROMA. ARRESTATO DALLA #POLIZIADISTATO LO STUPRATORE DELLA #MINORENNE.Alle prime ore di questa mattina la Polizia di...

Posted by Questura di Roma on Wednesday, July 1, 2015

1° luglio 2015, 11.20 - Un uomo è stato fermato dalle forze dell'ordine: è fortemente sospettato di essere l'aggressore che ha violentato una 16enne nei pressi di Piazzale Clodio. Secondo Repubblica Roma, si tratta di "un 31enne originario della provincia di Cosenza, appartenente al Ministero della Difesa e in forza presso l’Arsenale della Marina".

Roma, 16enne violentata in strada a Prati

19.20 - Emergono nuovi inquietanti particolari sulla violenza sessuale subita la notte scorsa da una ragazzina di 16 anni, residente a Roma per motivi di studio. L’aggressore, un cittadino italiano ora ricercato dalle forze dell’ordine, si sarebbe presentato alla vittima come un agente di polizia.

La giovane si trovava insieme due amiche alla fermata dell’autobus di piazzale Clodio, in attesa del mezzo che le avrebbe riaccompagnate a casa dopo aver assistito allo spettacolo pirotecnico a Castel Sant'Angelo. Lì, alla fermata, un uomo le avrebbe avvicinate sostenendo di essere un agente di polizia, mostrando il tesserino e chiedendo loro i documenti di identità.

Dopo il breve controllo dei documenti, l’uomo avrebbe chiesto alle 16enne di seguirlo per un controllo. Lei, convinta che si trattasse davvero di un agente, l’ha accompagnato fino in via Carlo Mirabello, a poche decine di metri. A quel punto l’uomo l’ha violentata.

Dopo circa mezz’ora le due amiche si sono insospettite e una di loro, quella che stava ospitando la 16enne, ha chiamato la propria madre e le ha chiesto di raggiungerla. La donna è arrivata giusto in tempo per incrociare lo stupratore che stava riportando la minorenne alla fermata.

La donna, notando qualcosa di strano nel comportamento della giovanissima, ha capito cos’era successo e ha tentato di inseguirlo, ma lui è riuscito a dileguarsi.

Le forze dell’ordine hanno prontamente tracciato un identikit dello stupratore e stanno tentando di mettersi sulle sue tracce. Non è chiaro, al momento, se le telecamere di sicurezza installate nell’area siano riuscite a riprendere l’uomo e a fornire quindi qualche elemento utile alla sua identificazione.

17.40 - Violenza sessuale la notte scorsa a Roma, nel quartiere Prati. A denunciare il tutto è stata la giovane vittima, una ragazza di 16 anni, che ha raccontato di essere stata avvicinata da un uomo mai visto prima e portata in un prato nei pressi di piazzale Clodio, a due passi dalla città giudiziaria.

Lì quello sconosciuto avrebbe abusato di lei, fuggendo subito dopo. A soccorrere la giovanissima sono stati alcuni passanti, intorno alla mezzanotte di ieri, che hanno prontamente lanciato l’allarme e avvertito il 113.

La 16enne è stata trasportata in ambulanza al Policlinico Gemelli e visitata da un’equipe di ginecologi della struttura.

Il racconto della giovane è ancora al vaglio degli inquirenti, così come l’esatta dinamica dell’accaduto: la 16enne ha raccontato che si trovava in via Carlo Mirabello insieme ad un’amica quando lo sconosciuto l’avrebbe trascinata sul prato e violentata, ma la posizione di quest’amica non è stata ancora chiarita.

violenza-sessuale-a-piazzale-clodio.jpg

  • shares
  • Mail