Lecce, anziano ucciso a Monteroni: arrestata 32enne che l'anno scorso rapì una bambina

monteroni di lecce omicidio maggi

Ha ammesso di aver colpito ripetutamente un uomo di 74 anni durante una lite in campagna. È accaduto ieri a Monteroni di Lecce, nel Salento, dove Salvatore Maggi è stato ucciso probabilmente a colpi di pietra.

L'uomo era uscito verso le 6 del pomeriggio per andare a curare il suo pezzo di terra senza fare ritorno a casa per la cena. In tarda serata Maggi, gestore di una sala giochi, è stato trovato morto sotto degli ulivi.

Sul cadavere della vittima sono stati riscontrati diverse ecchimosi e numerose ferite, sopratutto alla fronte, la testa era fracassata. L'arrestata è una donna di 32 anni, Valentina Piccinonno, già ai domiciliari da giugno dell'anno scorso dopo aver rapito una bambina di nazionalità bulgara di sei anni.

Sull'omicidio indaga la polizia che non esclude possa essere coinvolta un'altra persona. La donna dopo un lungo interrogatorio ha ammesso di aver colpito più volte Maggi con un oggetto contundente non meglio precisato per evitare che "lui mi violentasse" - come riporta l'edizione locale di Repubblica.

Piccinonno ha confessato la lite violenta dicendo di avere colpito il 74enne ma di averlo lasciato a terra, ancora vivo. La polizia ha fermato la Piccinonno
a Lecce sulla Fiat Panda di Maggi. Nella vettura c'era una busta con vestiti sporchi di sangue, il portafoglio con i soldi della vittima, il suo blocchetto di assegni e i suoi documenti. Nel reggiseno la donna aveva invece nascosto preziosi in oro, pure appartenenti a Maggi secondo gli investigatori.

L'arrestata, già condannata a un anno e 8 mesi per il sequestro della bambina di cui sopra, deve ora rispondere dell'accusa di omicidio volontario a scopo di rapina che è la pista seguita con maggiore credito da chi indaga nell'attesa degli accertamenti sul presunto tentato stupro denunciato dalla donna.

  • shares
  • +1
  • Mail