Palermo, arrestato primario per truffa allo stato: "interventi a spese del SSN"

arrestato medico matteo tutino


Un primario in servizio presso l'ospedale Villa Sofia di Palermo è stato arrestato questa mattina con l'accusa di prendere soldi dai pazienti del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) dissimulando l'attività di libero professionale di natura estetica presso la struttura pubblica. In pratica il medico avrebbe eseguito interventi estetici sui pazienti, a spese dello Stato, intascando il suo compenso.

I carabinieri del Nas di Palermo hanno posto in stato di fermo Matteo Tutino, direttore dell'Unità operativa complessa di chirurgia plastica e maxillo facciale dell'ospedale palermitano. L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal gip del capoluogo siciliano su richiesta della locale procura della Repubblica. Al primario sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Gli investigatori dell'Arma hanno svolto accertamenti su numerosi interventi eseguiti da Tutino che secondo l'accusa svolgeva appunto attività privata nel reparto che dirigeva. Il primario deve adesso rispondere delle ipotesi di reato di truffa al sistema sanitario, peculato, falso e abuso d'ufficio.

Secondo le indagini, iniziate nel 2013 e coordinate dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci e dal sostituto Luca Battinieri, il direttore Tutino eseguiva nell'ospedale in cui lavorava interventi non inclusi nei livelli essenziali di assistenza previsti dal servizio sanitario nazionale, interventi riferibili quindi a una attività libero professionale non permessa negli ospedali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail