Pisa, rapinavano sale slot: arrestati

RAPINE SALE SLOT PISA

I componenti di una banda dedita a compiere rapine in sale slot nella provincia di Pisa sono stati individuati dai carabinieri che hanno arrestato oggi due persone mentre una terza è ricercata all'estero con un mandato d’arresto europeo.

Il malviventi, secondo le indagini, comunicavano tra loro usando la chat di un noto videogioco prima di mettere a segno i colpi. I rapinatori durante gli assalti erano sempre armati, indossavano caschi integrali e arrivavano e fuggivano dalle sale slot a bordo di moto rubate.

Durante il blitz che ha portato agli arresti odierni i carabinieri hanno sequestrato oltre a guanti, moto e passamontagna, anche droga e bilancini di precisione.

Gli arrestati, secondo quanto riferito dai carabinieri, si ispiravano alla figura del boss di Cosa Nostra Totò Riina e si salutavano dicendosi: "chi tradisce è un infame".

L'operazione, denominata Black Ops, prende il nome dal videogioco di guerra sulla cui chat i tre banditi si mettevano d'accordo prima delle rapine.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail