Viareggio, Nicola Guidotti uccide il fratello Mario a colpi di pistola

omicidio-a-viareggio.jpg

Una lite in famiglia per motivi di lavoro è finita in tragedia ieri a Viareggio, in provincia di Lucca, dove il ristoratore Nicola Guidotti, 59 anni, ha ucciso a colpi di pistola il fratello Mario Guidotti, di 51 anni, e si è lasciato arrestare senza opporre resistenza.

L’omicidio è avvenuto nei pressi del ristorante gestito dai due fratelli, Il Mezzo Marinaio in Darsena a Viareggio, per motivi legati all’attività lavorativa. Stando a quanto si è appreso, i rapporti tra i due fratelli si erano incrinati da tempo e Nicola Guidotti aveva da poco aperto un altro ristorante, Il capitano in via Coppino in Darsena.

Scrive Il Tirreno:

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, oggi pomeriggio fra i due ci sarebbe stata una telefonata tempestosa, al termine della quale Nicola è andato al ristorante, per discutere ancora con il fratello. Entrando si sarebbe rivolto ad alcuni dipendenti, dicendo: "Ora camminate da soli". Non è detto che si riferisse all'intenzione omicida. Forse era un riferimento al fatto che voleva lasciare del tutto l'attività.

La discussione si è spostata in strada e il fratello maggiore ha aperto il fuoco contro il fratello minore, esplodendo almeno quattro colpi di pistola contro di lui. Uno l’ha colpito alla testa ed è risultato fatale: Mario Guidotti è stato dichiarato morto sul posto.

L’assassino è stato rintracciato poco dopo in zona e si è lasciato arrestare senza opporre resistenza. Una volta condotto in caserma ha ammesso le proprie responsabilità ed è stato portato in carcere con l’accusa di omicidio.

  • shares
  • +1
  • Mail