Cremona, uccide il figlio e ferisce gravemente la moglie: morto suicida Francesco Pea

L'uomo si è sparato con la stessa arma usata per uccidere il figlio di 21 anni e per ferire gravemente la moglie Fabiola Provana.

omicidio-suicidio a Cremona

Furia omicida in una villetta di via Volontari del Sangue a Offanengo in provincia di Cremona, dove questa mattina il 63enne Francesco Pea, per motivi ancora da chiarire, ha ucciso a colpi di pistola il figlio Michael, di 21 anni, e ferito gravemente la moglie, Fabiola Provana, di 49 anni, prima di rivolgere l’arma contro se stesso e togliersi la vita.

La tragedia è avvenuta intorno alle 8.30 di oggi e nonostante il repentino intervento dei soccorsi, allertati dai vicini di casa, non si è riusciti ad evitare la tragedia: padre e figlio sono stati dichiarati morti sul posto, mentre le condizioni della donna, ora ricoverata in ospedale, sono gravi.

Alla base del folle gesto, scrive CremonaOggi, ci sarebbe l’intenzione dei coniugi di separarsi. Le liti, secondo quanto raccontato dai vicini di casa, erano all’ordine del giorno e la sparatoria di questa mattina era stata preceduta dall’ennesima discussione:

Ho sentito delle grida e mi sono affacciata alla finestra. Ho visto la mia vicina uscire da una porta laterale della villetta, sanguinante. Gridava: ‘Aiutatemi, mio marito mi ha sparato’.

La coppia, secondo quanto si è appreso, abitava in quella villetta da circa 5 anni.

(in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail