Roma, omcidio-suicidio in un parcheggio: le vittime avevano avuto una relazione

Si tratta di un uomo e di una donna di circa 40 anni di età, sul posto indagano i Carabinieri.

Auto Carabinieri

14:00 - L'ipotesi più accreditata dagli inquirenti è quella dell'omicidio-suicidio, questo è il risultato delle prime indagini condotto a seguito della segnalazione giunta in mattinata da Vitinia. La scena che si è presentata agli occhi dei carabinieri era molto cruenta: una donna, sulla trentina, giaceva supina senza vita, al suo fianco un uomo, 45 anni è l'età presunta, era invece riverso su un lato circondato da molto sangue. Nei pressi dei due cadaveri anche una pistola.

Secondo le prime ricostruzioni tra i due c'era stata in passato una relazione, la fine della storia non era stata accettata dall'uomo che oggi ha dato appuntamento alla ragazza nel parcheggio di Via Erminio Macario. Potrebbe esserci stata una lite, poi l'uomo ha esploso due colpi diretti al petto della donna, poco prima di togliersi a sua volta la vita con un colpo alla testa. I fatti dovrebbero risalire alle prime ore di questa mattina, anche se un testimone riferisce di aver sentito colpi di arma da fuoco ieri sera intorno alle 23. Toccherà al medico legale fare chiarezza su questo dettaglio.

Roma, ritrovati due cadaveri in un parcheggio: forse caso di omicidio-suicidio

I corpi di un uomo e di una donna, privi di vita, sono stati ritrovati in un parcheggio nel quadrante sud di Roma. La macabra scoperta è stata fatta da un passante che ha visto due persone riverse in terra in un parcheggio in via Erminio Macario, tra Vitinia e Casal Bernocchi, sul litorale romano. Entrambe le vittime presentano ferite d'arma da fuoco, sul luogo è stata ritrovata anche una pistola.

Sul posto ci sono i carabinieri della stazione di Vitinia e quelli della compagnia Ostia, si attende il medico legale per le prime valutazioni. Al momento non è esclusa nessuna ipotesi, potrebbe trattarsi di un caso di omicidio-suicidio o di un'esecuzione avvenuta in strada. Le due vittime non sono state ancora identificate, si sa solo che si tratta di un uomo e una donna, entrambi di età compresa tra i 40 e i 50 anni. Anche la pistola rinvenuta sul posto sarà analizzata dalla scientifica per stabilire se si tratta o meno dell'arma del delitto.

  • shares
  • +1
  • Mail