Terni: rapina in casa con morte di un 91enne, arrestata badante

La donna sarebbe la terza basista che ha organizzato la rapina in casa ai danni dell’anziano Giulio Moracci e della moglie.

arrestata badante terni

Una badante accusata di aver fatto da basista è stata arrestata nell’ambito delle indagini dei carabinieri di Terni relative alla rapina in casa che il 28 aprile scorso si è conclusa con la morte di un anziano di 91 anni Giulio Moracci, ex agricoltore residente nel quartiere Gabelletta.

L’ordinanza di custodia cautelare è la sesta spiccata dal gip di Terni nell’inchiesta per il decesso del pensionato e riguarda una donna di 48 anni di Andria (Bari) da tempo residente a Terni. La donna, secondo gli investigatori dell’Arma, sarebbe la terza basista che, con altri due uomini arrestati lo scorso mese di maggio, avrebbe pianificato la rapina in casa ai danni dell’anziano, rapina per cui sono finiti in manette quali autori materiali tre cittadini di nazionalità romena, colti in flagranza di reato.

La badante arrestata nelle scorse ore secondo sarebbe stata presente a un pranzo in cui ai tre esecutori della rapina era stato spiegato come muoversi durante il colpo. Gli inquirenti hanno in mano una serie di intercettazioni telefoniche che provano i rapporti intercorsi tra la badante infedele e gli altri due presunti basisti, con uno di loro la donna intratteneva una relazione sentimentale.

La badante secondo i carabinieri ha fornito agli autori della rapina una copia delle chiavi del cancello d’entrata dello stabile in cui abitava il 91enne, fornendo anche tutte le indicazioni sulle abitudini e sulle condizioni di salute della coppia rapinata dicendo anche dove erano nascosti i gioielli. Moracci e la moglie vennero legati e immobilizzati, l'uomo a pancia in giù sul letto, causandone la morte per soffocamento, la consorte rimase ferita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail