Casina: spaccio di droga con ordini su Whatsapp

"Ogni capitolo ha 16 pagine, quanti capitoli devo portarti?". Spaccio online scoperto dai carabinieri di Casina (Reggio Emilia)

Ordinare la droga era facile come inviare un messaggio su Whatsapp piuttosto che su Facebook. Messaggi in cui con la parola "capitoli" venivano indicate le dosi di droga, con quella "pagine" i soldi che servivano per l'acquisto della marijuana e con "scrittura" la qualità della merce.

Giro di spaccio online scoperto a seguito delle indagini dei carabinieri di Casina (Reggio Emilia). Il gip ha messo ai domiciliari n 17enne con l'accusa appunto di vendere stupefacenti. Tra i clienti, una dozzina in tutto, molti minorenni, segnalati come assuntori alla prefettura.

Gli investigatori si sono trovati a leggere messaggi criptati del tipo:

Domani nell'intervallo riesci a passarmi le 4 pagine di appunti che ti dicevo oggi?

Oppure:

Ogni capitolo ha 16 pagine, quanti capitoli devo portarti?

E ancora:

Lo so, lo so. 4 sono tanti da studiare ma servono a un altro. Quindi scrivili bene.

Dal suo smartphone il 17enne raggiunto dal provvedimento restrittivo era convinto di gestire al meglio, con quelle frasi in codice, lo spaccio di cannabis. Tra i suoi clienti c'erano anche dei maggiorenni.

Acquisiti i risultati degli accertamenti investigativi i carabinieri di Casina hanno chiuso le indagini e portato tutto sul tavolo della procura presso il tribunale per i minorenni di Bologna che ha poi chiesto il provvedimento cautelare della permanenza domiciliare per il giovane reggiano ritenuto responsabile di spaccio di hashish e marijuana.

spaccio droga whatsapp facebook

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO